domenica 15 aprile 2012

L'inconfessabile oggetto dei desideri

Il colore é metallico.
Lo vediamo scorrere dall'alto verso il basso con un movimento armonioso ed un suono che ipnotizza. Spesso ce l'abbiamo a neanche un metro di distanza e dobbiamo distogliere gli occhi per evitare di strapparlo a chi ce lo sventola davanti.
Quando tutto é finito...siamo esausti.
Fantastichiamo sulla prossima volta che lo vedremo e che sogneremo di farlo nostro.
Cerchiamo su internet di nascosto e ogni volta ci scontriamo con la dura realtà: come reagirebbero i nostri genitori o i nostri amici se sapessero che noi abbiamo quell'oggetto?
Ci domandiamo: quando mai potremmo usarlo? Di nascosto per godercelo solo noi o pubblicamente per stupire gli amici in una serata goliardica?

Intanto continuiamo a "*lumarlo" di nascosto.
Ce lo concediamo poche volte al mese perché non vogliamo finire nel girone dei lussuriosi...Ed ogni volta che gli giriamo le spalle sussurriamo nella nostra mente: "un giorno sarai mio".
Solo che poi arrivano quei giorni in cui dici: ma cosa mi serve di più nella vita? Potrebbe mai un semplice oggetto meccanico rendermi più felice? Non é forse meglio lasciar stare le tentazioni? Perché se poi le se si soddisfa smettono di essere così interessanti...
Certo é che la novità ti intriga.
Poi cioè...é un oggetto che ti darebbe molteplici soddisfazioni!!!
Lo sai.
E lo sai ancora prima di provarlo in prima persona, lo vedi negli occhi degli spudorati che lo stringono al posto tuo. Ti guardano e lo muovono come se avessero in mano il pennello di Van Gogh, il violino di Stradivari, la penna di Pennac insomma...ARTE.
A volte rimpiangi i giorni in cui non sapevi nemmeno esistesse. All'inizio facevi come molti, lo bollavi come una cosa "esotica" e dicevi: non fa per me. Eppure ti ha sempre incuriosita e spesso hai pensato a quante belle cose avresti potuto fare con lui. La fantasia ti faceva sorridere per gli strambi pensieri che eri capace di creare.
L'avresti provato per prima in cucina, una fantasia è una fantasia. Ma poi avresti ceduto all'entusiasmo e all'esibizionismo e l'avresti fatto ovunque.
E poi ti stupisci a pensare a come possa essere sexy.
Sempre intimamente, stabilisci che é davvero una grande invenzione e che il progresso si vede anche da queste piccole cose di - oso dire - uso comune.
Ogni tanto ti guardi allo specchio e sai che usarlo farebbe vibrare tutto il tuo corpo ma non andrebbe bene usarlo tutto i giorni, quantomeno per salvaguardare il tuo fisico!
Così attendi il fine settimana e la liberazione dalla dieta...vai dal kebabbaro ed eccolo là l'incoffessabile oggetto dei tuoi desideri:
il rasa-kebab!!!

Cos'avevate capito?!




*filare, corteggiare, girare intorno

1 commento:

  1. Stupendo!

    E confermo che ogni volta che vedo il kebabbaro di turno che lo usa..vorrei assolutamente andare dall'altra parte del bancone ed usarlo!!!

    RispondiElimina