martedì 3 aprile 2012

Un canestro visto da lontano


Poco prima di "scoprire" la pallavolo, quando avevo 13 anni, mio padre fu operato al ginocchio ed il suo compagno di camera era un allenatore di Basket. Quando mi vide e seppe che non praticavo alcuno sport, mi propose di provare con la pallacanestro. Andai bella baldanzosa all'allenamento. Credevo che sarebbe stato come a scuola durante le ore di educazione fisica: 5 per parte e una palla, con l'unico obiettivo di fare canestro. Non dovrebbe essere questo lo scopo principale di questo sport? Si ma per farlo bisogna
conoscere giusto due regole e io mi perdevo tra "passi", "doppi falli" e "terzo tempo". Fu così che il mio primo allenamento di basket corsi quanto non ho fatto in tutta la mia vita e passai tre quarti dell'allenamento a palleggiare quel pallone pesantissimo prima con una mano, poi con l'altra, contro un muro. Tutto questo mentre alle mie spalle le giocatrici della squadra si sfidavano in esercizi due contro due e negli ultimi minuti perfino in una partitella!
Io che non conoscevo bene ne le regole ne i fondamentali le guardavo fare avanti indietro e pensavo che, anche se mi sarebbe piaciuto provare a fare canestro, avevo già mal di testa a vederle fare tutte quelle andate e ritorni.
L'esperienza di quella sera fu decisamente deprimente per me, mi aspettavo di provare sul campo per vedere se ero portata per quello sport ma passai le due ore dell'allenamento in isolamento. Ricordo che salutai l'allenatore con un sicuro: "sisi ci vediamo presto" ma appena a casa dissi a mia madre che non volevo tornare mai più: vederle correre così tanto mi aveva terrorizzata :-)

Il basket rimane comunque uno sport che mi piace. Quando si fa canestro è una cosa bellissima, divertente ed esaltante ed ogni volta che ne vedo uno in giro non resisto al richiamo di provare a buttare dentro una palla. 
Oltretutto adesso lo sapete che ci sono gli europei della nostra nazionale maschile? Sembravamo destinati a perdere visto che i giocatori più famosi erano infortunati o ammalati ed invece abbiamo vinto 5 partite di fila!
La squadra italiana mi ha davvero fatta appassionare, giocano uniti e grintosi e...sono perfino andata a comprare un pallone per cercare di imitarli nel campetto vicino casa. Dopotutto per divertirsi basta davvero poco!
Sintonizzatevi e...buon basket a tutti!

3 commenti:

  1. Che ridere che mi fai...il pensarti mentre ti cimenti in un nuovo sport mi fa morire dal ridere, più che altro conoscendoti ti ci vedo già imbruttita perché tu eri li e volevi solo giocare mica fare gli esercizi! E devo dire che in questo non sei cambiata! Giocare per te ancora oggi e' sinonimo di FELICITA'! Lo vedo quando giochiamo a Ping pong all'oratoria, a Beach tennis al mare, al parco, in una palestra dopo le partite delle ragazzine o anche a palle di neve!
    Cmq tornando al basket ... L'unico ruolo che avresti potuto fare sarebbe stato il pivot (credo si chiami così quello che sta sotto al canestro)!

    RispondiElimina
  2. Giulia La Fisio6 ottobre 2012 14:01

    Grande Michi... Ma quanti sport hai fatto??? ahahah

    RispondiElimina
  3. Ne ho provati un po' perchè fin da piccola non riuscivo mai a stare ferma! Ma sai che ho anche fatto NUOTO SINCRONIZZATO?!

    RispondiElimina