domenica 9 giugno 2024

IL LEADER CALMO - Carlo Ancelotti

Come conquistare menti, cuori e partite

Libro  pubblicato nel 2016 - Titolo originale: Quiet Leadership: Winnin Hearts, Minds and Matches

Questo libro è stata una vera (piacevole) scoperta in un punto bookcrossing all'interno di un locale al parco Increa. Pensate voi i casi della vita!

Poco dopo Ancelotti avrebbe vinto la sua quinta (!) Champions League e io e la Titti avremmo annunciato di mollare la squadra che ci avevano affidato perché "non c'è niente di più importante del sentirsi amati e stimati... Il rispetto è una valuta le cui quotazioni possono salire o scendere ogni giorno a seconda del tuo comportamento e delle tue scelte, ma è la chiave di tutto". E per noi, in quella squadra lì, queste basi non c'erano. Oltre che la fiducia!

Le parole di Carlo mi sono arrivate dritte al cuore fin dall'introduzione in cui ho letto queste parole: "un leader non dovrebbe mai aver bisogno di imprecare, sbracciarsi o

sabato 8 giugno 2024

CATTIVA MAESTRA TELEVISIONE - Karl R. Popper

E oggi facciamo illuminare da filosofo, dai.

Il saggio è datato (1994) ma rimane super interessante. Scoperto mentre leggevo il bellissimo "Se sbagliamo ci sarà un perché" è un qualcosa che mi ha fatto pensare: ma è possibile che i nostri ministri e governanti non lo conoscano o quantomeno non istituiscano il patentino per lavorare in tv come auspicato da Popper?

E' proprio questo il titolo che fornisce Popper per introdurre il suo saggio: una patente per fare televisione. Nonostante i numerosissimi studi che negli anni hanno evidenziato il legame tra violenza in tv e comportamenti violenti nella vita reale, chi lavora in tv fa orecchie da mercante. Come sia possibile accettarlo è una domanda che dovremmo porci tutti, in ogni momento della giornata e (purtroppo) rispetto alle tematiche più diverse: scuola, lavoro, tempo libero, famiglia.

Popper evidenzia come all'inizio l'intento della televisione fosse anche lodevole ma, col passare del tempo ed il proliferare dei contenuti multimediali "per mantenere la loro audience dovevano produrre

venerdì 7 giugno 2024

Kind ok kindness

Il regista di Kind of kindness è lo stesso di Povere creature. Tenetelo bene a mente. Spero questo possa scoraggiarvi dal fare il mio stesso errore. Ovvero andare a vedere questo film.



Povere creature mi aveva fatto cacare. Ma questo film è stato peggio, ho pensato: ma questo è malato!

Perché? eh, ora ve lo racconto.

Film in tre episodi che dura una vita (ufficialmente 164 minuti - si avete capito bene: quasi tre oreee!).

Gli attori dei tre episodi sono sempre gli stessi MA interpretano ruoli diversi.

Comunque, senza girarci troppo intorno: manipolazione, cannibalismo, giochi di potere, sette (non il numero), droghe, allucinazioni e clonazione.

Queste più o meno le parole chiave di questo film delirante che mi ha fatto domandare ancora come sia possibile che Emma Stone accetti di partecipare a film così. Capisco Willem Dafoe che ha quasi settant'anni e penserà anche "ma chi se ne fo**e"? ma sta povera Emma? per la cronaca i due limonano. Defoe infila la lingua in

Furiosa: a Mad Max Saga

Premetto che della saga di MAD MAX non ho mai visto nulla. Sono andata a vedere FURIOSA perché... avevo sentito una canzone fantastica nel trailer. Volevo riprovare insomma l'emozione provata con la colonna sonora di BABYLON e... nel film non c'è. 

Giuro.

Ero sconvolta, Due ore e mezza di film (evitabilissimo) e la canzone che volevo sentire sparata a palla non c'era.

Per la cronaca era una versione remix di The man who sold the world!



Va be parliamo del film allora: c'è una bimba che sta cogliendo delle pesche in un bosco quando intravede dei predoni che stanno macellando un cavallo. Decide di mettere fuori uso le loro moto ma... viene sgamata subito e catturata. Sua madre si mette sulle sue tracce: non solo deve recuperare sua figlia ma evitare anche che qualcuno venga a conoscenza della