sabato 27 luglio 2019

Ancona - Spalato by Jadrolinija

Per la prima volta, su quattro in totale, ho usato la Jadrolinija per andare in Croazia.
La Jadrolinijaa è la compagnia marittima ufficiale croata e, come ormai moltre altre compagnie tranne quelle spagnole dirette ale Baleari), ci permette di portare il cane con noi in cabina, come con la Snav. Pur prenotando tardi rispetto agli altri anni (verso Maggio), sono riuscita a trovare questa sistemazione: due persone + cane + auto + cabina con bagno privato: 453 € quindi più economica della Snav (l'ultima volta, nel 2016 per le stesse condizioni avevamo pagato oltre 550€).
Cam ed io facciamo i turisti all'Arco di Traiano di Ancona


La nave Marko Polo è più piccola di quella della Snav e tutto all'interno è di una categoria inferiore rispetto alla nave italiana ma il viaggio è andato bene lo stesso.
Come sempre quando si va in nave con auto al seguito bisogna fare la trafila del check in e quindi arrivare con buon anticipo (almeno due ore) rispetto all'orario di partenza.
Calcolate una cosa: ci saranno un sacco di tempi morti (e se avete con voi cani e/o bambini può diventare una situazione delicata vedasi ore in fila fermi sotto al sole).
Una volta superata la questione check in bisogna raggiungere il porto vero e proprio, distante circa 3 km per... rimettersi di nuovo in coda: welcome! Quantomeno ad Ancona sulla destra del porto potrete ammirare l'arco di Traiano! 
 
Dopo aver superato un controllo dei documenti da parte della polizia (random perquisiscono anche l'auto n.d.r.) è la volta di imbarcarsi: a bordo dell'auto solo il guidatore, gli altri su per le scale (o l'ascensore). Chi parcheggia non deve soffrire di claustrofobia: la "pancia" di una nave è un posto gigantesco in cui stipano auto, camper, pullman e tir perfino su due piano, uno attaccato all'altro (se avete un camper potrebbero chiedervi di accedere e farvi tutta un pezzo in retro: are you ready?
prova parcheggio: siete pronti?

Una volta parcheggiato è il momento di ricongiungervi coi vostri cari: ritrovo al punto informazioni. Tenete documenti e biglietti sempre a portata di mano. E se viaggiate con un cane: museruola pronta in caso di richiesta di metterla.
All'interno della nave della Jadrolijnia i comfort erano ridotti: un bar, un ristorante, un lounge bar per gli aperitivi nella parte finale della nave, con i tavolini a guardare l'orizzonte.
Nonostante l'orario di partenza indicato fosse le 19:45 siamo partiti alle 21:15. E... siamo comunque arrivati in orario ovvero alle 6:00 eravamo a Split/Spalato. Durante la notte abbiamo trovato un temporale fortissimo che però non ha influito sulla qualità del viaggio.
paesaggio dal ponte della nave

Per chi fosse alla prima esperienza: sulle navi si può pagare il passaggio ponte ovvero non si ha un posto a sedere ne tantomeno una panchina praticamente... ci si accampa ovunque. Capita davvero di trovare famiglie intere con sacchi a pelo e materassi nei ponti interni (ed anche esterni) delle navi! Mi è difficile capire come possano permettere una cosa del genere in merito alla sicurezza comunque come al solito io, Cam e la Titti ci siamo chiusi presto in cabina (verso le 21:30) per uscirne solamente in acque croate.
La cabina era piccola e con la moquettes rossa. Un letto a castello ed un bagno molto piccolo con lavandino e wc e tubo della doccia (che se la fate lavate tutto). Una presa della corrente, due appendini, oblò piccolo. Essenziale ma lenzuola pulite ed immancabile piumino (perché all'interno c'è costantemente aria condizionata non regolabile).
bagno cabina nave Marco Polo

Titti e Cam si abbeverano in cabina

Non pensate di svegliarvi quando e come volete: per chi è in cabina, circa mezz'ora prima di attraccare passano a bussare alla porta per svegliarvi. Ripasseranno più volte. Rituale piuttosto molesto ma necessario in quanto chi deve andare a prendere l'auto deve farsi trovare pronto per non bloccare le altre millemila persone. E capita sempre il genio di turno che si fa i fatti suoi...
Per chi non è addetto al recupero dell'auto: armati della famosa santa pazienza! Tutti infatti si accalcheranno nelle uniche uscite su cui si immettono circa 3 ponti di passeggeri = potreste rimanere bloccati fermi sulle scale anche quaranta minuti (situazione che sconsiglio a chi viaggia con un animale). Lasciate che la gente si accalchi ed intoppi sulle scale mentre vi consiglio un ultimo giro sui ponti esterni, quando ormai non c'è nessuno e anche il vostro animale domestico è più sereno.
foto panoramica all'arrivo al porto di Spalato/Split

Una volta fuori dalla nave c'è un ultimo step: la "dogana"/frontiera in cui vi controlleranno i documenti. Siete arrivati sul territorio croato: dobar dan!


mercoledì 24 luglio 2019

11° tappa circuito Grande Tennis de noialtri

Per l'ultima gara dell'anno (prima delle vacanze) Sharapanza si è occupata di organizzare l'evento selezionando una location mai calpestata prima: la terra rossa del Brugarros!
Le coppie, arrivate in anticipo, hanno avuto modo di studiare il campo coperto da un un "pallone" e Bianborg ha lanciato la prima perla del giorno dicendo: che caldo che fa, dopotutto giocheremo sotto un CAPPAnnone (per chi non avesse capito la battuta può scrivermi in pvt).
Alle 20 in punto è scoccata l'ora X e proprio mentre i nostri impavidi giocatori stavano per entrare in campo, giocatori dei vicini campi verdi si sono affacciati alla struttura chiedendo a Sharapanza: ma

mercoledì 17 luglio 2019

10° tappa MB Open di Brugherio Sharapanza-Armenthingis vs Ganzova-Bianborg = 7-6, 0-6

La decima tappa del CGTDN* si è svolta sull'ormai campo di casa, quello del MB Open di Brugherio (scelto dalla coppia delle arzille del '76 dopo la cocente sconfitta rimediata sul green di Cernuscodon di settimana scorsa).

Sopra le due coppie di tennisti improvvisati c'era un cielo grigio che prometteva brutte cose ma Armenthingis ha rassicurato tutti subito innalzando un dito al cielo (e millantando parentele con Giuliacci) dicendo: non pioverà
E così è stato (che paura n.d.r.).

La sfida è iniziata ancora prima che gli atleti entrassero in campo: Sharapanza ha proposto una mise total black rubata dall'armadio di Ganzova ed Armenthingis ha indossato i pantaloncini che le avevano viste vincenti in un precedente incontro. Ah la scaramanzia...
Ganzova invece si è presentata sfrontata come sempre con una maglia che gridava il suo motto del giorno (positive). A buon intenditore...
Bianborg ha fatto invidia a tutti, unico del gruppo ad avere uno sponsor tecnico, presentandosi con una fascetta per il sudore che insieme agli occhiali fashion gridava al mondo solo una cosa: sono pronto alla battaglia (e sono il più figo di tutti!).

Armenthingis, Sharapanza, Bianborg e Ganzova

Il match è stato subito

martedì 16 luglio 2019

9° tappa MB Open Brugherio: Sharapanza vs Ganzova

La sfida infinita continua: sarà riuscita Sharapanza a vincere contro la sbarbata Ganzova, n°1 del CGTDN (circuito Grande Tennis De Noialtri)?
Dovete leggere fino alla fine per scoprirlo!!!
Sharapanza e Ganzova ad inizio match

Ganzova si è presentata sul campo blu con una tshirt d'eccezione: la maglia del Regno Unito delle Olimpiadi di Londra 2012. Inoltre ha chiesto a Sharapanza di iniziare nel campo esterno perché... se la sentiva. Così, sul campo a lei ostico, ha invece iniziato col piede giusto e ha piazzato uno 0-3 che ha lasciato Sharapanza senza fiato. Il primo set è stato così una piacevole passeggiata per Ganzova che ha tenuto in mano il pallino del gioco per tutto il tempo concedendo all'avversaria la miseria di tre game.

Al cambio campo però

lunedì 15 luglio 2019

The Good Place - 1° stagione

Eleonor muore, investita da una fila di carrelli, e finisce in Paradiso. Qui l'accoglie Michael che l'aiuta ad ambientarsi nel Nuovo Mondo in cui è entrata di diritto grazie alle sue buone azioni come avvocato per i diritti civili e i suoi viaggi missionari tra gli orfani solo che... c'è stato uno scambio di "anime": il nome è giusto ma Eleonor sulla Terra era stata una vera stronza e la sua presenza in Paradiso crea tragici effetti che solo grazie all'aiuto di Chidi, sua anima gemella, Eleonor riesce a mascherare per rimanere nel good place...


Serie tv Netflix del 2016 composta da 13 episodi di circa venti minuti l'uno.

Una serie tv originale e che fa ridere. E poi nei panni di Michael c'è l'attore Ted Danson che ho molto amato in Csi Las Vegas.

Pro: originale e divertente
- il Paradiso è un complesso di casette personalizzate secondo i propri ideali terreni. Pieno di yougurterie. Ma siamo sicuri che il Paradiso sia proprio così?!

Siete curiosi di sapere cosa succede nella seconda stagione di The Good Place? Cliccate qui!


venerdì 12 luglio 2019

Chiamatemi ancora Anza - Sara Anzanello

santellieditore.it
Sara Anzanello, per chi come me è nato negli anni '80 e ha giocato a pallavolo, è un nome familiare che suscita nello stesso momento simpatia e malinconia.
Una ragazzona bionda, alta più di un metro e novanta, che ha vinto un Mondiale nel 2002 e che poi purtroppo è divenuta tristemente (più) famosa a causa di una epatite fulminante che la portò a combattere tra la vita e la morte cambiando per sempre la sua vita.

giovedì 11 luglio 2019

Mille libri ad offerta libera - Cologno Monzese

State per partire per le vacanze, volete leggere un libro ma non avete voglia di spendere venti euro?

La Biblioteca di Cologno Monzese ne mette ben 1000 a disposizione. Ad offerta libera!
Cosa state aspettando? Che poi... anche se non state per partire, fare un giro in biblioteca è sempre una bella occasione per tirare su un libro che vi permetta di fare un viaggio (anche se solo con la fantasia!).

immagine dal sito: https://www.biblioclick.it/SebinaOpac/news/1000-libri-per-lestate/2890

martedì 9 luglio 2019

8° tappa del Grande Tennis a Cernuscodon: Sharapanza+Armenthingis vs Ganzova+Bianborg

Ed il lunedì è diventato ormai tappa fissa del Circuito del Grande Tennis de Noialtri per vedere sui migliori campi brianzoli il doppio delle (ormai) coppie fisse Sharapanza ed Armenthingis versus Ganzova e Bianborg.

Nella terza sfida di ieri c'era in ballo qualcosa di importante: la vetta della classifica e ve lo diciamo subito: lo spettacolo offerto in quel di Cernuscodon ne è stato all'altezza.
Le due coppie si sono presentate con stati d'animo differenti: le (ex) ragazze del '76 erano serene e pacifiche come il loro animo da Buddha suggerisce quotidianamente mentre Ganzova e Bianborg hanno immediatamente lanciato un grido di battaglia attraverso le loro divise monocolore: all black per Bianborg e all netturbino (ovvero tutta arancione) per Ganzova.
Qui sotto la foto di rito pre-partita:

da sinistra: Bianborg, Ganzova, Sharapanza ed Armenthingis

Alle h 20:00 in punto è così scattata la terza sfida tra le due coppie e

domenica 7 luglio 2019

Stranger Things 3 - spoiler

I miei ragazzi sono tornati! E quanto sono cresciuti..!!! (qui il link alla prima e seconda stagione di Stranger Things)

Questa stagione, la terza di Stranger Things, è secondo me la peggiore ma ciò non significa che sia brutta. Forse solo che le altre erano meglio!

Sicuramente questa è la stagione più inquietante, in cui ho provato più ansia e che forse mi ha recato più dispiacere.

I ragazzi sono cresciuti: El e Mike sono innamorati e passano le giornate a sbaciucchiarsi scatenando l'ira di Hopper e la gelosia degli amici che si sentono messi da parte. Max e Lucas continuano a lasciarsi e a riprendersi, Will è l'unico ancora a

venerdì 5 luglio 2019

Scarpini a spillo - di Roberto D'agostino

Direttamente dall'ultimo numero di Vanity Fair un articolo di cui gradirei il parere, sia femminile che (sopratutto) maschile.

Il mondiale di calcio femminile è ormai agli sgoccioli, noi siamo uscite ai quarti contro l'Olanda che si giocherà la finale con gli Usa ma nel nostro Bel Paese si parla ancora di questo sport come quello delle "quattro lesbiche".

Avete il coraggio di leggere e sopratutto... di dirmi la vostra opinione? Dai


giovedì 4 luglio 2019

Panchine colorate: cose belle della comunità per la comunità

I ragazzi di un istituto di San Giuliano Milanese, il liceo linguistico Primo Levi, ha sistemato e decorato dieci panchine nella zona limitrofa, disegnandovi sopra citazioni in diverse lingue (scelte dagli stessi studenti).
panchina disegnata dagli studenti del liceo Primo Levi

mercoledì 3 luglio 2019

Toy Story 4



9 anni di attesa per una delusione colossale: sarò troppo cresciuta?

Purtroppo mi è davvero piaciuto poco questo quarto capitolo della saga di Toy Story.
Si i giocattoli sono carini e si, alla fine mi è scesa anche qualche lacrimuccia ma

martedì 2 luglio 2019

7° tappa del Grande Tennis: Sharapanza-Armentihingis vs Ganzova-Bianborg

Sotto un cielo che prometteva pioggia e che invece ha mostrato solo grossi nuvoloni è accaduto qualcosa di clamoroso ma che per dovere di cronaca non possiamo svelarvi subito.

Partiamo con la novità della giornata: Sharapazza, a microfoni riuniti, ha comunicato di voler aderire maggiormente al suo personaggio anzi alla sua fisicità ed in onore alle sue curve mediterranee (sempre fasciate magnificamente da impeccabili completini) ha deciso di ribattezzarsi Sharapanza. Olà per lei.

Dall'altra parte della rete i prestanti Ganzova e Bianborg, quest'ultimo presentatosi sul campo blu dell'MB Open di Brugherio fresco di barba regolata a puntino, vestito all black e con ai piedi delle nuove scarpe per il giuoco del tennis.
Anche Ganzova ha sfoderato dei *pantaloncini nuovi, regalatale dal mancino Sangregokovic mentre Armenthingis ha scelto una divisa minimal che facesse risaltare il suo invidiabile stato di forma.

Sharapanza ed Armenthingis

Ganzova e Bianborg


Il match è iniziato con l'impagabile aiuto e sostegno della BellissimaBiancini che ha fornito costantemente palline agli attempati contendenti.

Il secondo match di doppio del circuito del Grande Tennis de noialtri è iniziato come era finita la prima gara: un monologo della coppia mista Ganzova - Bianborg che si sono portati facilmente sul 3-1 per venire poi però

lunedì 1 luglio 2019

6° tappa MB Open di Brugherio: Sharapazza vs Ganzova

E la sfida continua nonostante la caldazza...

Il richiamo della racchetta e del campo blu sono stati troppo forti e, con l'ennesima divisa nuova, le due impavide si sono sfidate alle h 19:00 sul campo del MB Open di Brugherio.

Per l'occasione Sharapazza ha indetto una conferenza pre-match che potete vedere qui:



Come postato, la formosa tennista di Brugherio ha provato a giocare la carta caldo afoso+pressionebassa per mettere ko l'avversaria che si era preparata al match in modo meticoloso: cornetto gelato alle 15:00 e ciliege alle 17:30. Ben idratata e con un paio di pantaloncini altamente sbarazzini, Ganzova ha da subito imposto il suo caratteristico gioco fatto di una letale alternanza tra palle corte e tergicristalli. Sharapazza si è trovata subito a rincorrere, non capacitandosi di come la sua robusta racchetta non rispondesse ai suoi comandi (a fine gara Sharapazza ha anche proposto uno scambio racchette, decisamente respinto da Ganzova che non mollerebbe mai a nessuno il suo scettro del potere).

Il primo set quindi ha visto vincere Ganzova che si è portata subito sul 2-1 per poi chiudere con un perentorio 6-4.