mercoledì 12 dicembre 2018

La mia cosa preferita sono i mostri - Emil Ferris

copertina di "La mia cosa preferita sono i
mostri" di Emil Ferris
©️ 2018

Ve lo dico subito: è uno dei miei fumetti preferiti

E' stato un colpo di fulmine appena ho visto la sua copertina ed è stata un'incredibile storia d'amore, pagina dopo pagina.

La mia cosa preferita sono i mostri di Emil Ferris ha solo un difetto: non è comodo da portare in giro perchè pesa ma per il resto è un vero piacere per gli occhi!

Costa 29€ leggermente di più di un albo normale ma dopotutto non è un libro normale!
Guardare per credere:

immagine sulla quarta di copertina di "La mia cosa
preferita sono i mostri" - Emil Ferris

disegno all'interno di "La mia cosa
preferita sono i mostri" - Emil Ferris

La caratteristica di "la mia cosa preferita sono i mostri" è che è disegnato su fogli a righe (che io adoro) e che è fatto tutto a penna, tipo i lavori di Juan Francisco Casas qualcosa secondo me di geniale.
immagine dal sito
https://n3rdcore.it/la-mia-cosa-
preferita-sono-i-mostri-recensione/

Qui inserisco una recensione del sito fumettologica.it che mi è piaciuta molto: my favorite thing is  monsters. Condivido con voi anche il primo fumetto di Emil ferris: The-Bite-That-Changed-My-Life per capire qualcosa di più sull'autrice, bene ricordarlo: una donna!!!

Trama:
Chicago, fine anni '60 - Karen è una ragazzina che cerca di indagare sull'omicidio della vicina. Nella vita ama l'arte e le cose d'orrore e ha un mito: il fratelle Deeze. A scuola è spesso vittima dei bulli e la sua migliore amica la evita dopo un bacio in un pigiama party. Quando sua madre si ammala Karen è sempre più desiderosa di incontrare un vampiro per farsi mordere e rendere i suoi cari immortali e di scoprire chi voleva morta Anka...


Il libro di Emil Ferris è stupendo, davvero fatico a trovare altri aggettivi perché è carina la storia e sorprendenti i disegni che personalmente non smetterei mai di guardare.
Fin dalle prime pagine è frequente il richiamo a dipinti famosi di cui l'autrice fa una personale versione cosa che mi ha permesso anche di scoprire artisti come: Delvaux, Johann Heinrich Fussli, Saftleven, Martorell, e ho scoperto anche cosa sia la vesica piscis (e no, non è una parolaccia ne una parola inventata!); mi sono divertita ad andare a cercare gli "originali" da lei rifatti ed è stato un vero piacere per gli occhi, una lettura così speciale che anche dopo averlo letto tutto mi ha fatto venire voglia di rivederlo e di scorrere le immagini riuscendo a stupirmi sempre di più: vera Arte, vera Bellezza.

immagine di "La mia cosa preferita sono i mostri" tratta dal sito
http://www.fumettologica.it/2017/06/my-favorite-thing-is-monsters-emil-ferris-fantagraphics/

La Ferris cita anche un discorso di M. L. King, Oltre il Vietnam che vi consiglio di leggere e insomma cosa state aspettando? La mia cosa preferita sono i mostri è un regalo che dovete fare agli altri o a voi stessi.

Qui il link degli altri fumetti letti e recensiti.

Nessun commento:

Posta un commento