lunedì 18 marzo 2019

Settoturbinoplastica e plastica di concha bullosa - operazione e primi giorni

io tra la Titti e la mamma prima di scendere ad operarmi
Ciao a tutti,

il 14 marzo 2019, dopo due anni e mezzo di attesa, sono stata operata al naso.
Ormai non respiravo più dalla narice destra ed anche dalla sinistra facevo fatica. Continuare a respirare con la bocca mi ha comportato continui mal di gola, tonsilliti e sinusiti. Il "top" si è raggiunto con un'otite che mi ha vista col catarro bloccato per mesi nell'orecchio destro...

Ma parliamo dell'operazione!

Ho fatto il prericovero il 14 febbraio 2019, esami del sangue, visita con l'anestesista e stop. Tutto a posto quindi a distanza di un mese esatto sono stata ricoverata. Orario di ingresso h 10:00 Policlinico di Milano ed operazione fissata nel pomeriggio. Precisamente l'ultima del giorno. Camera 10, padiglione Monteggia, V piano.Camera da due letti, bagno in camera. Corridoio di camere miste.


L'operazione era prevista intorno alle 16:30 ma, come spesso capita, si sono allungati i tempi e sono scesa quasi un'ora dopo.
Calcolate che quando vi portano giù passeranno circa 40' prima dell'operazione. Nel pre-operatorio ci arrivate col vostro lettino della camera, in camice bianco aperto dietro con addosso solo le mutande. Poi vi fanno cambiare letto giù, vi accomodate su un letto coi tipici lenzuoli verdi e aspettate.
Per info: dovete scendere senza anelli, senza orecchini, senza collane, senza piercing, senza smalto e senza protesi.
Vi fanno una puntura sul polso, e si fa male. Ma dopo qualche minuto passa. Li vi attaccheranno tutte le flebo dopo l'operazione (e forse anche durante ma dormivo e non lo so).
Poi vi appiccicano su spalle e fianchi dei cerotti a cui collegheranno i fili per monitorarvi.
Una volta in sala operatoria vi appoggeranno un palloncino vicino alla faccia dicendo che è per l'ossigenazione invece secondo me era per l'anestesia infatti dopo pochi minuti, senza aver messo nessuna mascherina una dottoressa mi ha detto: faccia dei bei respiri e buon riposo ci vediamo tra un'oretta. E così è stato.
Fino a qui tutto bene: tutti giovani e gentilissimi davvero.

IL RISVEGLIO
prima foto del giorno dopo
Ma che freddo fa? Così tanto da battere i denti e saltare sul lettino. E' normale e mi hanno messo una sorta di phon sotto le coperte (ma freddo e tremori non mi sono passati comunque). 
Mi sono svegliata senza dolori ma ho pianto lo stesso. Le lacrime mi scendevano calde e a fiumi e non saprei dirvi perchè.
Sono scesa alle 17 e qualcosa e sono risalita alle 20 circa. Al mio capezzale la Titti e la mia mamma leggermente commossa. Cuore di mamma.

Sensazioni: naso enorme e grande difficoltà a respirare perchè provavo a tirare su col naso ma ero completamente tappata dai tamponi quindi andavo in apnea.
Voglia di parlare: zero.
Mal di testa: presente.
Una volta in camera e visto che stavo bene (sopravvissuta oh yeah) le mie due amate sono andate a casa anche perchè l'ORARIO DI VISITA è dalle 12 alle 20.
Quella notte c'è stata un'infermeria carinissima, pensate che veniva a cambiarci le flebo e a misurarci la pressione con la torcia del cellulare per non accendere le luci tipo stadio della camera. L'infermiera migliore del ricovero! 
fasciatura modello Hannibal Lecter
Mi sono potuta alzare dal letto per andare in bagno da sola già la notte stessa e ho fatto subito la pipì: queste si che sono soddisfazioni! Il vero problema post-operatorio è stato BERE: non ci riuscivo proprio, l'acqua mi andava su verso il naso e mi sembrava di affogare. Fino a che non ho tolto i tamponi (sabato) ho bevuto col cucchiaino. Mezzo litro di acqua in tre giorni...
Per alleviare i fastidi mi hanno portato la salvezza del mio ricovero: la "mai-più-senza" mousse di mela, fresca di frigorifero: una goduria!!!
La cosa più fastidiosa del post-operazione è stato il continuo gocciolamento di sangue dal naso, nonostante i tamponi. Che per una come me che non sopporta vedere il sangue è stata (e continua ad essere anche ora a quattro giorni dall'operazione) una tortura. Inoltre il sangue che non cola dal naso finisce in gola quindi si continua a sputacchiare grumi di sangue che fanno veramente senso. Almeno a me.


Disagi post operazione:
- mal di denti, arcata superiore 
- male alla bocca
foto per mostrare lo stillicidio


- male alla gola
- male alle labbra
- continuo "stillicidio" ovvero gocciolio di sangue (nonostante i tamponi)
- sangue in gola con relativi sputacchi di sangue

accortezze, portatevi:
- burrocacao super nutriente
- paraocchi (in camera non ci sono tende)

La notte dell'operazione non sono riuscita minimanente a dormire. A pancia in su, quasi seduta, senza potermi girare: un incubo. La mattina (e il relativo analgesico, ne danno uno ogni 8 ore) non arrivava mai. La colazione è arrivata tardissimo (per i miei standard di riferimento ospedalieri) ed era a base di te e biscotti ma avendo una dieta semiliquida fredda dovevo aspettare che il te diventasse freddo per pucciarci dentro i biscotti. 
Sono riuscita a mangiare quasi sempre tutto, sopratutto mousse e budini ma anche stracchino, pure e una pasta scotta e fredda che se lo sapesse mia madre mi ripudierebbe (sono una nota amante della pasta al dente modello appena tolta dal sacchetto!).

Il terzo giorno, ovvero sabato mattina, visita di controllo e via i tamponi e si: è una sensazione orrenda. Ti piazzano in mano un vassoio di acciaio (in vista di altri possibili sgocciolamenti) e tirano via i tamponi tramite i fili verdi che hai da giorni sul naso. Buttano dell'acqua nelle narici per far ammorbidire il tutto e poi: ua-la, via i tamponi. Prima uno e poi l'altro, sembrano non uscire più da quanto sono lunghi e il fatto è che non è che fa male ma... è proprio disgustoso!!! Sembra ti tirino giù qualcosa dalla fronte (poi una volta che vedi la mole dei tamponi capisci il perché). Fortunatamente il tutto dura circa 10 secondi per narice e poi tac: si respira!
ci tengo a condividere questo video con voi, giusto per farvi capire eh :-)

 Si sgocciola ancora sangue ma meno di prima. Aumenta però il mal di testa, il male ai denti e... le tremende croste nel naso che mi impediscono di ridere e sbadigliare naturalemente. 
Una volta a casa via di lavaggi nasali tramite nebulizzatore, quattro volte al giorno seguiti da gocce di olio altre quattro volte al giorno.

Come mi sento oggi?

Sono stanca, non dormo benissimo, mangio poco e tutto molle e/o dolce, ho male alla testa ed ai denti e continuo a gocciolare dalla narice destra (dove si è svolto l'80% dell'operazione).
Fatico a concentrarmi e non ho voglia di parlare.
Speriamo di migliorare velocemente, giovedì primo controllo, poi la settimana dopo dovrebbero togliermi le laminette ancora incastonate (speriamo in posizione giusta) nel nasino bello.

Vi farò sapere

Chi ha dubbi e domande può scrivermi!

1 commento:

  1. oddio, devo dire che il video un po' di nausea me l'ha fatta venire...
    Resisti Michy, vedrai quanto migliorerà la tua vita superati questi odiosi fastidi:-)

    RispondiElimina