giovedì 13 febbraio 2014

L'uomo duplicato - Josè Saramago

del 2002
dal sito www.paperstreet.it

titolo originale: HOMEM DUPLICADO

270 pagine

26# libro della lista dei mille libri da leggere prima di ...

Trama:

Tertuliano Maximo Afonso è un maestro di storia al quale un giorno l'insegnante di matematica consiglia di vedere il film: "Chi cerca trova". La visione avrà dello sconvolgente poichè una comparsa, nel ruolo di receptionist di un hotel, è identico a lui. Lui come era cinque anni prima! TMA si reca al negozio di videonoleggio per prelevare sei film della stessa casa di produzione di chicercatrova e passa le nottate a controllare se compare il suo sosia e a trascivere i nomi degli interpreti. Un giorno va a trovarlo a  casa sua Maria da Paz, la sua amante, che lui vorrebbe lasciare ma non riesce a trovare il coraggio. Nel frattempo Scopre il nome del suo sosia, Daniel Santa Clara, durante la visione del film "La dea del palcoscenico". I due si incontrano anche e le loro vite non saranno più le stesse anzi...diventeranno quasi una sola*.

Mie considerazioni:
Avete presente quando incontrate una persona logorroica? Ecco sembra di leggere una conversazione di un logorroico, senza un attimo di pausa, una sorta di
flusso di coscienza che stordisce e del quale é difficile seguire il filo. La trama ha una scossa nei capitoli finali che hanno dell'incredibile e del tragico. Uno dei libri più difficili io abbia mai letto anche perchè la trama é davvero riassumibile in poche righe ma viene estesa per un periodo esagerato che crea solo confusione. Se vi cimentate nell'impresa...buona fortuna. Per i più pigri finale riassunto a fondo pagina ;-)

Citazioni:
  •  Trovarsi d'accordo non sempre significa condividere una ragione, la cosa più abituale è che un gruppo di persone si riunisca all'ombra di un'opinione come se fosse un parapioggia.

  •  Strano rapporto è quello che abbiamo con le parole. Ne impariamo da piccoli un certo numero, nel corso dell'esistenza ne raccogliamo altre che ci arrivano dall'istruzione, dalla convresazione, dal rapporto con i libri, eppure, a paragone, sono pochissime quelle sui cui significati, accezioni e sensi non avremmo alcun dubbio se un giorno ci domandassero seriamente se ne abbiamo.

  • Ci sono momenti in cui è meglio accontentarsi di ciò che si ha, non sia mai che si perda tutto.

  •  L'essere uomo non dovrebbe mai significare impedimento a comportarsi da cavaliere.

  • E' ciò che i cani apprezzano di più nella vita: che nessuno se ne vada via.

  • Ci sono occasioni nella vita in cui un'urgente necessità di sottrarsi al marasma dell'indecisione, di fare qualcosa, una qualsiasi cosa, anche se inutile, anche se superflua, è l'estremo segnale di capacità volitiva che ci è rimasta.

  • Sono come una sorta di colini della voce, le parole, quando passano, lasciano sempre dei fondi, per sapere cosa in effetti volevano comunicarci bisogna analizzare quei fondi minuziosamente.

  • Si dice che odia il prossimo soltanto chi odia se stesso, ma il peggiore di tutti gli odi dev'essere quello che spinge a non sopportare l'uguaglianza dell'altro.

Riassunto finale:
quando i due duplicati si incontrano, l'attore racconta ala moglie dello strano casa e la donna non riesce quasi più a dormire mentre Tertuliano nasconde questa scoperta ai suoi cari. L'attore, visto la reazione della moglie, decide di punire il professore di storia...andando a letto con la sua donna. Si fa dare i suoi vestiti, la sua auto e i suoi documenti e passa a prendere Maria e la porta nella casa dove si era incontrato col duplicato. Tertuliano, per paura di rivelare l'esistenza di un suo doppio, non dice nulla ne alla madre ne all'amata e lascia che il sosia approfitti della sua donna. Nel mentre però escogita un piano altrettanto perfido ovvero va a casa di Santa Clara e si presenta alla moglie come fosse suo marito. Così per una notte i due identici si scambiano le rispettive donne solo che Maria nella notte si accorge dell'ombra lasciata dalla fede sul dito dell'uomo di fianco a lei e capisce di non essere lì col suo amato ma con un "truffatore". Quando i due tornano a casa in auto, scoperto l'inganno, hanno un misterioso incidente e sbattono contro un tir, morendo. La polizia identifica i corpi come Maria da Paz ed il suo fidanzato Tertuliano Maximo Afonso quando la verità è ben diversa ma...come si farebbe a spiegare al mondo? Tertuliano riesce a far sapere a sua madre che in verità non è lui ad essere morto e la moglie del defunto gli fa un'ultima, incredibile, proposta: mantenere l'identità di Santa Clara e provare a vivere con lei amandosi per quanto possibile. Un bel giorno però riceve una strana telefonata: al mondo pare esseri un terzo sosia ma Tertuliano decide di affrontare diversamente questo clone: lo incontra in campagna e gli spara. The end.
0-o




Nessun commento:

Posta un commento