giovedì 25 settembre 2014

Il pane di Francesco Pastonchi

dal sito www.lucasardellaejanira.it
Pane, ti spezzan gli umili ogni giorno,
lieti se già non manchi alla dispensa.
A lor quale più sacra ricompensa
di te, che giungi fervido (1) da forno?

Come biondeggi al desco disadorno,
così tra vasi d'oro (2) ; in te si addensa
ogni ricchezza, e la più bella mensa
di tua ruvida veste non ha scorno (3).

Figlio del sole, tu ne porti un raggio
in ogni casa, e a chi di te procaccia
onestamente illumini la fronte (4).

Ma più risplendi, quando nel viaggio
stanco il mendico dalla sua bisaccia
ti trae sedendo al margine di un fonte.

Note:
(1) ancora caldo
(2) splende sia sulle mense dei poveri che su quelle dei ricchi
(3) il pane è l'alimento "primario" degli uomini
(4) rende contento colui che se lo guadagna onestamente col lavoro

Tratta dal libro di testo "voci amiche" edizione Minerva Italica - di Galizzi e Salaroli - 1963

Ciao a tutti,

perchè oggi vi propongo questa poesia?
Perchè alla prima lettura l'ho trovata davvero un gioiellino che mi trasmetteva dei sentimenti che spesso provo anche io per il pane. E' oltraggioso dire che si prova dei sentimenti per un cibo? Spero mi capiate..! A me piace molto il pane. Da buona italiana non manca mai nei miei pasti e non è mai mancato in quelli della mia famiglia. Ognuno di noi ha sempre avuto il suo preferito: io quelli di grano duro, mia madre quelli con poca mollica, mio fratello il francesino e mio papà la...michetta.
Il pane si accoppia bene con tutto: coi salumi, coi formaggi, con le verdure (la Titti direbbe perfino con le patatine fritte!) ed è divino con la nutella. E' un cibo amato sia dai ricchi che dai poveri e vi racconterò un aneddoto: da ragazzina mangiai a casa di una compagna di pallavolo. Sul tavolo del pollo, un'insalata e del pane azzimo. Quando feci per prenderne uno e tagliarne un pezzo col coltello la mia amica mi fermò dicendo: no! il pane si taglia solo con le mani! Voi l'avevate mai sentito? Non ricordo bene il perchè ma da allora seguo il suo consiglio anche perchè io sono una fan del "partito" mangiare con le mani.
Nonostante in alcune panetterie capiti di incontrarlo anche oltre i 6€ al kg, rimane un cibo economico, veloce da consumare ed appagante. Voi cosa ne pensate?


 Tag:
poesia - pane - fame - acquolina - cibo - alimento - ricco - povero - dieta - oro -

2 commenti:

  1. W il pane!!!! Come si fa a non amarlo e venerarlo??!!! :-)
    Mi piace il fatto che nel nostro Paese ne esistano di così tanti tipi,tutti stra-buoni peraltro (a parte il toscano,quello senza sale, che proprio non riesco a mangiare!). A me basta sentire l'invitante profumo di una panetteria per cominciare a sbavare come una lumaca:-D Datemi una pagnotta,magari ancora un po' calda, croccante fuori e con abbondante mollica dentro e mi rendete una donna felice! :-)
    Altra cosa che adoro é che lo mangeresti tranquillamente in qualsiasi momento della giornata,perché, come giustamente dici tu Michy, si "sposa" bene con tutti i titpi di sapori,dal dolce al salato..Non può accadere mai o quasi che non si abbia voglia di un pezzo di pane,no?!
    E' l'alimento universale per eccellenza, il minimo comune denominatore dell'umanità e ha una storia millenaria : é semplicemente mitico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grande Vale, non sapevo che anche tu amassi questo FONDAMENTALE alimento! Io e la Titti ne andiamo pazze e lo mangeremmo davvero anche così, da solo senza aggiunte.
      Immancabile!

      Elimina