giovedì 21 marzo 2013

Bloggers got Talent - Il MIO TALENTO di Cristiana Calilli


<<Questo post partecipa all'evento "Blogger's got Talent" ideato da Federica Mamma Moglie Donna (http://mammamogliedonna.blogspot.it), Micaela Le M Cronache (http://lemcronache.blogspot.it), Serena IdeaMamma (http://www.ideamamma.it/, Valentina di Mamy Chips & Crafthttp://mamichipscrafts.blogspot.it/  e Natalia di Tempodicottura (http://tempodicottura.it).
Per questo, ospito il post scritto da 100% Mamma  del blog http://centopercentomamma.blogspot.it/
Buona lettura!>>


Sembra facile ragionare sui propri pregi, ma non lo è. Per chi come me si mette continuamente in discussione e non è mai contenta di se stessa lo è ancora di più.
E, come spesso mi capita in questi casi, alla fine non so se vi parlerò di un mio pregio o un mio difetto. Ma tant’è. Si parla di talento e quindi non importa se ha implicazioni positive o negative. E poi, alla fine, ma chissenefrega se è un pregio o non lo è. E’ la mia caratteristica più peculiare, quella che mi ha permesso di arrivare qui come sono oggi. Mi ci sono pure affezionata!

Già, io non sono una persona normale, una di quelle che una volta presa una decisione è felice di averlo fatto per sempre. Io no. Ho il talento di complicarmi sempre e comunque la vita. Ho un lavoro che tutto sommato mi fa portare a casa un bello stipendio alla fine del mese? Inizio comunque a chiedermi “e se…?”. E alla fine faccio scelte difficili, sofferte e complicate, che mi portano a rinunciare a tutto per inseguire un sogno.
Altro esempio?
Eccolo, non ho che l’imbarazzo della scelta: la
decisione su quale sia la scuola materna migliore è stata lunga e ha preso in considerazione ogni singolo aspetto. Ma, due anni dopo, sono capace di rimettere tutto in discussione – di nuovo – e scegliere una scuola più lontana, più scomoda, ma che risponda alle nostre esigenze. Salvo poi dover fare i salti mortali io per portare e andare a prendere le bambine.
A volte potrei accontentarmi di più, non ridiscutere sempre tutto, chiudere un occhio e scendere a compromessi. Ma è più forte di me, non ce la faccio ad “accontentarmi”, sono sempre alla ricerca del meglio, per me e per chi mi sta intorno.

Questo è il mio talento più nascosto, che solo chi mi conosce bene “apprezza” – forse apprezza non è il termine più corretto, sarebbe meglio dire subisce!
Micaela, ti aspettavi che parlassi della mia proverbiale organizzazione, vero?! E invece t’ho spiazzata!

Di Cristiana Calilli
Cento per cento Mamma

<<Per continuare a seguire la caccia al post e a tutti i talenti delle partecipanti, il prossimo blog da visitare è http://mamichipscrafts.blogspot.it/>>

ps
per i curiosi: il mio post è stato pubblicato qui: su PATTIBUM!

6 commenti:

  1. Mai accontentarsi, condivido!! :)

    RispondiElimina
  2. Puntare sempre al meglio, senza mai accontentarsi, ti appoggio!

    RispondiElimina
  3. Brava Cristiana! Non arrenderti mai e punta sempre più in alto!!! Bellissimo talento!!

    RispondiElimina
  4. Vuol dire anche che sai stare nel presente e che sei collegata, ed anche se questo ti complica la vita, bé, beata te ;)

    RispondiElimina